La Kangaroo Mother Care nasce a Bogotà, Colombia, proposta da Rey Es Martinez (1978) come alternativa allʼassistenza tradizionale dei neonati prematuri di basso peso.
Nel 2003, lʼOrganizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha pubblicato le linee guida sulla KMC, un manuale dove vengono esplicitati tutti i principi su cui si basa questa tecnica assistenziale.

La KMC dovrebbe essere effettuata per un minimo di 2 ore e lʼobiettivo principale è promuovere il benessere sia dei neonati prematuri che dei neonati a termine.
Indiscussi sono i benefici della KMC, benefici che negli anni sono stati dimostrati da innumerevoli studi:

  • il controllo della temperatura che risulta adeguato tanto quanto all’interno dell’incubatrice
  • la riduzione delle apnee e del respiro periodico
  • la riduzione degli episodi di desaturazione
  • lʼassenza di aumento del rischio di infezioni
  • la promozione del legame di attaccamento tra madre e bambino e
  • lʼaumento della produzione di latte materno.

Eʼ un metodo che non richiede attrezzature biomediche costose o sofisticate e che per la sua semplicità può essere applicato ovunque, ma nonostante i documentati benefici, a tuttʼoggi in molte realtà la KMC è vista come un momento accessorio e non un come un vero sostegno allʼassistenza.

La KMC dovrebbe iniziare il più precocemente possibile allʼinterno della Terapia Intensiva Neonatale, in quanto il suo utilizzo precoce favorisce “lʼempowerment” della madre in particolare, ma più in generale della famiglia, rendendo partecipi tutti nella cura primaria del bambino. Ma soprattutto la KMC rappresenta un tentativo peraltro efficace di umanizzazione delle cure neonatali, attraverso la promozione del “bonding” tra madre e bambino e
dellʼallattamento: due elementi essenziali per la sopravvivenza e lo sviluppo dei neonati di basso peso. La KMC favorisce inoltre in questo senso la crescita psico-fisica del neonato riducendo i lunghi tempi di ospedalizzazione.

All’interno del Reparto di Terapia Intensiva Neonatale del Policlinico di Modena la Kangaroo Mother Care è una procedura ormai diventata di routine. Il contatto madre-bambino o padre-bambino viene iniziato ed incoraggiato più precocemente possibile, per i benefici estremamente importanti che ne derivano; grazie, peraltro, anche ad uno studio scientifico intrapreso dal personale infermieristico e medico, dal titolo “La KMC precoce”.

L’associazione di Modena, VIP (Vivere In Positivo, www.vipmo.it ) insieme a Carmela Soldo e Guido Bernardelli,  hanno deciso di sostenere e finanziare la realizzazione di questo progetto di studio donando all’Associazione Pollicino Modena Onlus i fondi necessari all’acquisto di 5 nuove e più comode poltrone, destinate proprio alla pratica della Kangaroo.

Nella giornata di oggi 28 maggio sono state consegnate le 5 comode e colorate poltrone, molto apprezzate da tutte le mamme e da tutto il personale del Reparto!

I ringraziamenti più sinceri e veri dal Direttivo di Pollicino Modena Onlus.